Maurizio Gracceva

"IO NON MI VOGLIO ARRENDERE"


Omaggio a Vasco Rossi


a cura di
Bruna Condoleo


Comunicato stampa


Il giorno 18 febbraio 2010, alle ore 18.00, presso la Galleria L'Acquario , sita in via Giulia 178, a Roma, sarà inaugurata la personale di pittura di Maurizio Gracceva “Io non mi voglio arrendere”. Omaggio a Vasco Rossi , a cura di Bruna Condoleo.
La mostra espone 18 opere di grandi dimensioni, tecniche miste su carta e su tela, datate 2007/ 2009 e una cartella di dipinti del 2010, un ciclo di opere interamente ispirato alle canzoni di Vasco Rossi cui l'Artista romano ha voluto dedicare la personale.
Autore di numerosi saggi filosofici e letterari, esperto dell'opera céliniana, fin da giovanissimo Maurizio Gracceva ha amato dipingere, ma da alcuni anni ha intrapreso un'appassionata sperimentazione pittorica che egli percepisce come irrefrenabile necessità espressiva. Utilizzare un mezzo diverso dalla parola, per lui consueta, che possa evocare visivamente le emozioni suggerite dalle musiche e dai versi delle canzoni di Vasco, è stato per Gracceva il modo più naturale con cui tradurre stati d'animo diversi in quell' ordinato groviglio di segni colorati che costituisce il suo originale stilema.
L'arte di Maurizio Gracceva coniuga una sintassi d'origine informale con un cromatismo raffinato di matrice espressionista. Consapevole delle infinite potenzialità del colore, attraverso un linguaggio ora gridato, ora più delicato, talvolta ironico, sempre fortemente emotivo, l'Artista libera le energie dal profondo in un'esplosione di tinte e di segni vorticosi che conservano l'impronta del gioco impulsivo del gesto pittorico.
All'interno di un'originale astrazione lirica, s'intravedono nei suoi dipinti le immagini di una personale e simbolica iconografia: l'albero-donna, la donna-fiore, gli arcaici nudi, la forma del cerchio , perturbanti visioni naturali create da una miriade di linee colorate, che si configurano come enigmatici brani di un racconto interiore. Le sensazioni che nascono dall'ascolto delle canzoni del cantautore emiliano si depositano sulla superficie dei dipinti concretizzandosi in una tessitura musicale di segni e di ideogrammi. L'unità di luce e colore, raggiunta dopo un lavoro istintivo, ma perpetrato con cura, suggerisce una forma di intrinseca musicalità.
L'universo pittorico di Gracceva, mai totalmente svincolato da pretesti naturalistici, si alimenta spesso di suggestioni, di visioni, di pensieri suscitati, come nel caso di questa singolare mostra, dal fascino della musica. Il tempo delle emozioni resta imprigionato tra le trame fitte delle pennellate e all'interno del dipinto si giustappongono voci diverse come un contrappunto musicale. Il ritmo segnico si espande in cerchi sempre più larghi come si trattasse di percorsi orbitali, mentre frammenti di figurazione, frasi vaganti come graffiti infantili, misteriose presenze si intrecciano nella smagliante cromia dei dipinti.
La mostra, organizzata da Artes Faveo , si concluderà il 6 marzo 2010.
Il catalogo, edito dalla Casa Editrice Iacobelli s.r.l.- Roma e presentato da Bruna Condoleo, è disponibile in Galleria per l'intera durata dell'esposizione.




Maurizio Gracceva è nato nel 1955 a Roma, dove vive e insegna Storia e Filosofia al Liceo "Augusto". Uomo di profonda cultura, come esperto dell'opera celiniana ha scritto i libri Le parole e la morte. L'enigma Céline e l'Introduzione all'edizione integrale de La Chiesa. E' inoltre autore di: La trance gelida. Genealogia dell'Io e nichilismo in Benn, La morte di Diotima. Il mito dell'Unica nell' Iperione di Hoelderlin, nonchè di numerosi saggi e articoli di argomento letterario e filosofico pubblicati su riviste specialistiche e sulle pagine culturali di quotidiani nazionali. La sua passione per la pittura risale al periodo della formazione universitaria, ma solo da alcuni anni vi si dedica con assiduità. Dopo i fecondi inizi nell'ambito di un'estetica espressionista, di tendenza lirica e astratta, le incursioni nell'Informale americano lo conducono all'attuale espressività, uno stile maturo in cui le suggestioni naturalistiche, rivisitate da forti impulsi emozionali, rivelano un interesse cromatico e segnino, divenuto per l'Artista un valore di primaria importanza. Nel 2006 ha tenuto la prima personale Forse soltanto un albero , presso la Libreria Alice a Roma; coautore del video I sette vizi capitali (Premio della critica "Akab Short Movie Festival"), ha partecipato alla Mostra-Concorso Arte Contemporanea e Hiv, edizione 2006, presso il Centro Studi Cappella Orsini di Roma. Del 2007 è la personale Opere recenti, presso il CASC della Banca d'Italia a Roma; sempre nello stesso anno espone nella mostra Sublime disfacimento, presso il Centro Studi Cappella Orsini, mentre partecipa con alcuni lavori ad una collettiva presso la Galleria L' Acquario, in via Giulia a Roma. Nel novembre 2007 tiene la personale La natura ama nascondersi, presso la Libreria-galleria Fuorilemura a Roma e alcune sue opere vengono esposte nel dicembre dello stesso anno nella collettiva Artisti a confronto, presso la Galleria l'Acquario. Nel 2008 tiene l'importante personale Presenze, presso la Galleria d'Arte Augusto Consorti, in via Margutta a Roma; è presente in una collettiva presso la Galleria L'Acquario e in occasione del 70° del Liceo Augusto tiene la personale "Gelassenheit". Nel febbraio 2009 partecipa ad una collettiva presso lo spazio espositivo RGB46, a Roma, dove nel mese di maggio, insieme al figlio Dario Gracceva, anche lui valente pittore, inaugura una “personale” a due voci, dal titolo Were is Bob?




Galleria L'Acquario
Via Giulia 178 - 00186 Roma
tel. 06-68134613
galleriacquario@galleriacquario.it
dal 18 febbraio al 10 marzo 2010,
tutti i giorni, tranne i festivi e lunedì mattina,
dalle 11,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00.

fotografie: Adriano Ciai
adrianociai@yahoo.it

progetto grafico: Alessandra Turco
www.haikustudio.com   

organizzazione e comunicazione: Artes Faveo
www.artesfaveo.com   

Il catalogo edito dalla Tipografia Iacobelli srl č curato da Bruna Condoleo b.condoleo@arsetfuror.com





Inaugurazione

Le opere



E' vietata la riproduzione di tutti gli articoli e delle immagini © Copyright


e-mail: studio@artesfaveo.com
2