2





"Il mio cavallo sono io"

performance di pittura all'aperto
di giovani studenti romani


a cura di
Anna Savelli
   

Il mio cavallo sono io"
di Marco Calosci

Questo il titolo della performance estemporanea che si tiene all'Ippodromo di Tor di Valle il 7 ottobre 2007, in occasione del 80° Derby Nazionale del Trotto, in cui un gruppo di studenti romani, ispirato e coordinato dalla Prof. Anna Savelli, creerà dinanzi al pubblico immagini pittoriche ispirate al cavallo. Il titolo scelto spiega il significato che noi giovani intendiamo dare all'evento: " Il mio cavallo sono io " è l'ultimo verso di un antico canto navajo, che esalta il fortissimo legame tra l'equino ed il suo proprietario, delineando un rapporto che rimanda all'identificazione stessa del bipede nel quadrupede. Che senso avrebbe avuto Don Chisciotte su di un possente cavallo bianco o Napoleone sopra un ronzino?
Quello che risulta essere uno dei temi iconografici preferiti dal paleolitico fino all'arte contemporanea, è una creatura completa nel suo essere anatomicamente perfetto e vitale, ma è anche lo specchio del proprio cavaliere, non ché il suo completamento. La prova dei ragazzi sarà proprio questa: riuscire a rappresentare di questo nobile animale l’aspetto che ognuno ritrova più vicino a se stesso, una raffigurazione libera, sui supporti e sui materiali più variegati, affinché tutti possano delineare un’ immagine adeguata alla propria “idea” del cavallo.




La bellezza del tema specifico risiede nel fatto che esso permette una grande libertà rappresentativa: ecco perché useremo diverse tecniche pittoriche ed anche i writers potranno esprimersi nel modo a loro più congeniale, riciclando ciò che non ha più utilità e donando ad esso dignità e valore estetico. Ripescando, infatti, nei magazzini dell’Ippodromo è stata selezionata una quantità di materiale il più vario, dalle lastre di metallo ai resti di lampioni, dai soppalchi alle ruote di vecchi sulky, tutti oggetti in disuso che potranno riacquistare con la ridipintura dei giovani un senso nuovo ed una piacevolezza estetica, lasciando spaziare l’estro fantastico di chi vorrà sentirsi “aspirante artista” per un giorno, in un'occasione per noi più unica che rara. I giovani che hanno deciso di accettare questa sfida costituiscono un gruppo variopinto, accomunato dalla passione per l'arte e dagli studi effettuati in uno stesso liceo artistico romano: riuniti da esperienze comuni, intrise di opinioni ed ideologie diverse, parteciperanno in diretta alla realizzazione di lavori legati dallo stesso tema, ma che esprimeranno il differente approccio che ciascuno ha con l’idea del cavallo. Ci sentiremo così più vicini a questo splendido animale, immedesimandoci nel suo spirito libero e nella sua dinamica corsa nella vita.




E' vietata la riproduzione di tutti gli articoli e delle immagini © Copyright


e-mail: studio@artesfaveo.com
Premiazione